Sequestrato un quintale di cocaina nel porto di Gioia Tauro

Un quintale di cocaina nascosto in un carico di ceci. È quanto hanno scoperto oggi i militari delle Fiamme gialle e i funzionari dell’Agenzia delle dogane in un container in transito nel porto di Gioia Tauro (Reggio Calabria). La merce, trasportata dalla nave Bellavia, ufficialmente doveva arrivare in Turchia e proveniva dal Messico.

È l’ennesimo ingente sequestro di cocaina presso il porto di Gioia Tauro, che si conferma importante snodo del traffico internazionale di droga, dove dall’inizio dell’anno sono stati intercettati 1923 chili dello stupefecente che si aggiungono alla tonnellata sequestrata nel 2011.

I sospetti degli uomini della Guardia di Finanza sono sorti dalla comparazione tra i documenti doganali e le caratteristiche fisiche della merce, appunto sacchi di ceci. Dalla successiva perquisizione del container sono saltati fuori 3 borsoni contenenti 87 panetti di droga, per un peso di oltre 99 kg di cocaina di elevata qualità e purezza.

Se immessa sul mercato e venduta al dettaglio la droga avrebbe prodotto guadagni illeciti per oltre 20 milioni di euro. Le indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria mirano ora a individuare i responsabili del traffico internazionale di coca.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail