Angelo Stazzi: l’infermiere presunto serial killer a processo

angelo stazzi
Nuovo processo per Angelo Stazzi, l’ex infermiere presunto serial killer, accusato di aver ucciso altre sette persone. L’uomo è stato già condannato per l’omicidio, risalente al 2001, di una sua collega, Maria Teresa Dell’Unto. Dalla risoluzione di quel caso si è risaliti alla scia di delitti di cui è accusato l'uomo.

Tra due mesi Stazzi sarà di nuovo alla sbarra accusato degli omicidi volontari e aggravati, avvenuti nel 2009, di sette anziani ricoverati in una casa di riposo della provincia di Roma. L’Angelo della morte secondo l’accusa somministrava prima psicofarmaci e poi massicce dosi di insulina a chi voleva uccidere convinto che nessuno lo avrebbe mai scoperto.

Stazzi che si sentiva un mancato medico contava sulla non rilevabilità del tasso di insulina nel sangue delle vittime prescelte, una volta decedute. Ma qualcosa è andato storto quando un'anziana ha resistito alle iniezioni ed è stata ricoverata.


Il tasso di insulina nel suo sangue non ha lasciato spazio a dubbi. Sono partite le indagini sono così venuti fuori anche le ordinazioni di grosse quantità di insulina nella struttura sanitaria in cui era impiegato l’infermiere Angelo Stazzi.

L'uomo, che oggi ha 67anni, è sospettato in relazione ad altre tre morti avvenute in una casa di cura in cui ha lavorato nel 2008. Il processo, disposto ieri dal Gup di Tivoli, inizierà il 5 dicembre davanti alla Terza Corte d'Assise di Roma.

  • shares
  • Mail