Strage di Erba: le motivazioni della sentenza

Olindo RomanoSono state rese note le motivazioni della sentenza del processo a Olindo Romano e Rosa Bazzi per la strage di Erba. I giudici dicono:

In quel teatro dell'assurdo un ossessivo e pervasivo desiderio di vendetta, covato negli anni, é stata la ragione fondante del triplice e spaventoso omicidio premeditato di Raffaella Castagna, del piccolo Youssef e di Paola Galli, mentre l'omicidio di Cherubini Valeria e il tentato omicidio del Frigerio Mario assolutamente non premeditati, si sono aggiunti a quella sequela di atrocità solo perché, per una tragica coincidenza, la coppia dei vicini del piano di sopra si è trovata al momento sbagliato nel posto sbagliato

E ancora: "un progetto atroce vissuto come necessario e giusto per eliminare tutto ciò che agli occhi degli imputati poteva costituire una minaccia di quel loro equilibrio affettivo blindato e autosufficiente... Un equilibrio costruito su una relazione esclusiva a due che negli anni non ha mai accettato 'intrusioni', e che è divenuto l'unico punto di forza, l'unica ragione di vita per entrambi, arrivando ad annientarli come singoli e costringendoli a riconoscersi solo in una dinamica di coppia: tant'é che non dimostrano alcuna sincera resipiscenza per quello che hanno fatto, sono totalmente privi di stimoli affettivi rispetto a tutto ciò che li circonda e sono capaci di reazioni emotive solo quando sono messi di fronte alla prospettiva per loro insopportabile, di dover fare a meno l'uno dell'altro

Dai giudici, inoltre, sono arrivate forti critiche anche al comportamento dei due imputati tenuto durante l'intero processo, ai loro difensori ed anche alla ritrattazione di Olindo e Rosa dopo l'iniziale confessione del delitto.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: