Genova: uccise giovane con un pugno, condannato a 5 anni di carcere

scalaEra il 1 settembre 2007 e a Verici di Casarza Ligure, in provincia di Genova, era in corso la festa annuale del Genoa Club quando Corrado Piazza, operaio pregiudicato 37enne, completamente ubriaco, colpì con un pugno il 29enne Andrea Lanzarotto, facendolo rotolare giù da una scalinata.

Il giovane fu trasportato in fin di vita nel vicino ospedale San Martino di Genova, ma nemmeno l'intervento chirurgico a cui fu sottoposto riuscì a salvarlo e due giorni dopo fu dichiarato clinicamente morto.

Tutto era nato per una banale discussione, poi generata in lite, su una maglietta che Piazza pretendeva di avere senza pagare, come si legge nell'archivio del Secolo XIX.

In questi giorni, a poco più di un anno dal fatto, si è concluso tra le polemiche il processo a Piazza, imputato per omicidio preterintenzionale: 5 anni di carcere anziché i 15 previsti dalle Legge per questo tipo di reato.

Questo perchè i legali di Piazza, Emanuele Canepa e Andrea Vernazza, sono riusciti ad ottenere il patteggiamento comportando una notevole riduzione della pena per il pregiudicato.

Facile immaginare la rabbia dei familiari e le proteste che si sono scatenate all'interno dell'aula di Tribunale, tanto che alcuni presenti sono stati allontanati dai militari.

Via | AGI

  • shares
  • Mail