Dallo stupro alla tortura: nuovi dettagli sull’orfanotrofio degli orrori

La polizia al lavoro nell'ex-orfanotrofioLe indagini e gli scavi ormai avviati da qualche tempo nell’ostello di Haut de la Garenne nel Jersey hanno aperto, come temevo, un vero e proprio vaso di Pandora contenente orrori difficili da accettare. Da un lato vi è l’azione della polizia, che cerca ora sei altri possibili cadaveri disseminati nell’edificio, con particolare riguardo per una cantina murata, dall’altro lato da alcuni giorni arriva un fiume di telefonate e segnalazioni che gettano maggiore luce sui fatti.

Incoraggiati e motivati dalle notizie, molti ex-ospiti della struttura cominciano a rilasciare prime testimonianze, come un sindacalista locale che afferma: “Abusavano di noi in ogni modo, dallo stupro alla tortura. Gli aguzzini erano sia uomini che donne. Accadeva ogni notte e accadeva a chiunque di noi. Ero terrorizzato dall’andare a letto. Non potevamo dire nulla, ci minacciavano con fruste e altro.”

E una donna che preferisce rimanere anonima, ora madre di due bambini: “Le cose che accadevano sono indescrivibili, gli atti più crudeli, sadici e maligni cui voi possiate pensare. Si era puniti per qualsiasi minuzia, uno sguardo di troppo, una cena saltata, qualsiasi scusa era buona. Quando reagivo venivo drogata con abbondanti dosi di valium e quindi stuprata. Mi drogavano di continuo.”

Più di 150 persone hanno contattato media e autorità da quando sono stati ritrovati i primi resti e si è scoperto che durante gli anni sessanta uno dei più noti pedofili di tutti i tempi, Edward Paisnel, meglio conosciuto come la Bestia del Jersey, era solito visitare l’orfanotrofio travestito da Babbo Natale. Naturalmente più le indagini vanno avanti più, accanto all’orrore dei resti e delle testimonianze, si allunga l’ombra dello scandalo politico.

I primi sospetti si erano avuti quando Stuart Syret, uomo politico fra i più amati dell’isola, è stato obbligato a dimettersi dalla carica di Health Minister del Jersey dopo che aveva lasciato dichiarazioni nelle quali accusava le alte sfere locali di aver volutamente occultato nel tempo denunce e segnalazioni di vari episodi di pedofilia e abusi disseminati nel territorio. A questo vanno aggiunti i fatti odierni e l’informazione, per esempio, che Edward Paisnel era legato a un culto satanico i cui membri non vennero mai arrestati in quanto appartenenti alla società bene del Jersey.

Lo scandalo si allarga a macchia d’olio e coinvolge sia le autorità che la stampa, colpevole di non aver pubblicato la documentazione inviata a suo tempo da Syret e non è per ora facile prevedere dove porteranno sia gli scavi che il continuo, gigantesco flusso di denunce. Potrebbe essere uno dei più gravi scandali degli ultimi decenni per quanto riguarda l’Inghilterra.

Fonte: The Indipendent

  • shares
  • Mail