Russia: fanno a pezzi una 17enne e si cibano di lei

san pietroburgo

Agghiacciante vicenda di cannibalismo che ci giunge dalla città di San Pietroburgo, Russia, e vede protagonisti due giovani, Yuri Mozhnom, e Maxim Golovatsky, rispettivamente floricoltore e macellaio.

I due, nella notte del 19 gennaio, hanno rapito una 17enne che entrambi conoscevano bene, l'hanno annegata in una vasca da bagno e infine smembrata. Poi ne hanno mangiate alcune parti e ciò che restava è stato messo sacchetti della spazzatura e gettato via, testa compresa.

In pochi giorni le indagini hanno condotto ai due, già incriminati per tentato omicidio, che oggi sono stati arrestati con l'accusa di omicidio e cannibalismo.

Mozhnom e Golovatsky, attualmente in carcere in attesa di un esame psichiatrico, hanno dichiarato di non ricordare nulla di quanto accaduto.

Via | RIA Novosti

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: