Bidognetti: “La spazzatura? Rende meglio della droga”

Un pentito del clan dei Casalesi, Domenico Bidognetti, in queste settimane sta rilasciando dichiarazioni molto interessanti. La prima di queste è che la spazzatura, à munnezza, sta diventando uno dei core business della Camorra. Già, perché se con la droga bisogna anche mettere in conto che non tutti possano “farsi”, con i rifiuti questo problema non esiste.

Perché tutti hanno della spazzatura da buttare. E i risultati, dal punto di vista finanziario, si vedono. Secondo Bidognetti il suo clan, tra i primi a fiutare l’affare, inizialmente si accontentava di chiedere tangenti agli imprenditori che dovevano smaltire. Ma era poca roba: così si è andati verso un fordismo applicato alla spazzatura.

Con camion diretti al nord per smaltire rifiuti industriali, false documentazioni – il famoso giro bolla, che trasformava per magia rifiuti tossici in organici – campi agricoli utilizzati come discariche abusive con buona pace del percolato e degli agenti chimici che entravano nella catena alimentare. Trovate altre informazioni su Metropolis Web.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: