Salvatore Parolisi trasferito dal carcere militare a quello civile

Salvatore Parolisi

Lʼex caporal maggiore dell'Esercito Salvatore Parolisi, condannato in via definitiva a venti anni di reclusione per l'omicidio della moglie Melania Rea è stato degradato, trasferito dal carcere militare a quello civile.

Parolisi ha lasciato il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Napoli, ed è stato trasferito a quello civile di Bollate (Milano).

All'ex caporal maggiore dell'Esercito è stata applicata la degradazione quale pena accessoria prevista dalla sentenza definitiva di condanna per l'omicidio della moglie trovata cadavere il 17 aprile del 2011 nel bosco di Ripe di Civitella, nel teramano.

La Corte d'appello di Perugia ha accolto la richiesta della procura generale. Le conseguenze pratiche, oltre al cambio di regime carcerario, sono quelle dell'avvio della procedura da parte dell'amministrazione dell'Esercito del procedimento che porterà Parolisi a perdere lo status di militare.

Parolisi dopo la condanna definitiva in Cassazione sconta anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. I giudici della Corte d’assise appello di Perugia a maggio 2015 avevano ridotto la pena a carico per l'ex militare che nel primo processo d'appello, istruito a l'Aquila, aveva preso 30 anni.

  • shares
  • Mail