Scafati: furbetti del cartellino tra shopping e gite a Pompei - Video

Furbetti del cartellino (ancora) in azione. Siamo a Scafati dove secondo i carabinieri una decina di dipendenti comunali timbrava il cartellino per poi lasciare il posto di lavoro e andare a fare spese nei centri commerciali o - perché no - delle belle gite al Santuario di Pompei.

I presunti furbetti del cartellino di Scafati sono stati scoperti grazie alle indagini dei militari delle fiamme gialle locale Compagnia e del Comando Provinciale di Salerno, coordinati dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.

Sono in tutto dieci le misure cautelari di interdizione dai pubblici uffici per reiterate condotte di assenteismo e abbandono del posto di lavoro notificate agli indagati. Le accuse mosse sono di truffa ai danni dello Stato e false attestazioni.

L'inchiesta, durate cinque mesi e denominata Mal Comune, attraverso pedinamenti, servizi di osservazione, foto e riprese video ha ricostruito le condotte illecite dei pubblici dipendenti che durante l'orario di lavoro dopo aver registrato la propria presenza sistematicamente lasciavano il servizio per sbrigare faccende personali.

  • shares
  • Mail