Torino: rapina banca per la dote della figlia

rapina banca per dote figlia

Una rapina in banca organizzata per la dote della figlia. Siamo a Torino dove un genitore dopo aver alleggerito l'istituto di credito preso di mira ha regalato in dote il bottino alla figlia che doveva sposarsi.

L'uomo non ha potuto però godersi il matrimonio: è stato arrestato qualche ora prima delle nozze con l'accusa di essere l'autore del colpo insieme agli altri 5 presunti componenti della banda finiti pure in manette. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori coordinati dalla locale procura per l'ipotesi di reato di rapina aggravata.

Lo rapina in questione risale al 26 agosto scorso quando i banditi, coltello in mano, avevano minacciato direttrice e clienti di una banca torinese portandosi via, dopo averli chiusi in una stanza, ben 150mila euro in contanti. Gli investigatori, su input di un passante che si era accorto della rapina notando alcuni particolari importanti, nel giro di un mese sono riusciti a identificare tutti i sospetti.

Gli arresti sono scattati cinque ore prima del matrimonio, tutti sono stati fermati mentre si apprestavano a mettersi giacca e cravatta per il rito nuziale. Secondo le indagini la banda aveva già programmato un’altra rapina subito dopo la festa di nozze e in passato avrebbe compiuto altri colpi analoghi.

  • shares
  • Mail