San Diego, afroamericano ucciso da due agenti: proteste in strada a El Cajon

sparatoria-el-cajon-police-department.jpg

Ennesimo omicidio di un cittadino afroamericano da parte delle forze dell’ordine. Stavolta, a poche settimane da quanto accaduto a Charlotte, siamo alle porte di San Diego, in California, dove un ragazzo di circa 30 anni, non ancora identificato, è stato ucciso da due agenti di polizia dopo aver resistito all’arresto.

A chiamare le autorità di El Cajon, stanotte, era stata la sorella del giovane, preoccupata perché il ragazzo “non era in sé” e stava vagando nel traffico in mezzo alla strada. All’arrivo degli agenti, circa 50 minuti dopo la chiamata, il 30enne non era lucido e non è stato in grado di seguire gli ordini degli agenti.

Un primo tentativo di bloccarlo con un taser si è rivelato vano - non è chiaro se il giovane è stato colpito o meno - e a quel punto il 30enne ha estratto qualcosa da una tasca, l’ha stretta tra le mani e si è messo nella posizione che generalmente si assume quando si sta per sparare, come potete vedere nell’immagine in apertura, l’unica diffusa dal Dipartimento di Polizia di El Cajon.

I due agenti, entrambi con oltre 21 anni di servizio alle spalle, hanno aperto il fuoco contro il 30enne. I soccorsi si sono rivelati inutili e il giovane è deceduto durante il trasporto in ospedale.

Il primo rapporto diffuso dal Dipartimento di Polizia di El Cajon non menziona la presenza di un’arma e non chiarifica cosa il giovane stesse stringendo tra le mani. L’omicidio è stato ripreso con i telefoni cellulari dalle persone presenti e una di queste si è già fatta avanti per consegnare un filmato agli agenti. Le autorità non hanno ancora rilasciato pubblicamente il filmato, ma si sono limitate a diffondere lo screenshot che vedete qui sopra, in cui si vede la vittima stringere in mano un oggetto e puntarlo verso uno dei due agenti.

L’uomo, almeno fino a prova contraria, non era armato ed è stato crivellato di colpi e ucciso. Le autorità hanno assicurato un’inchiesta rapida e trasparente e stanno invitando tutti i testimoni oculari a farsi avanti e fornire eventuali filmati girati in quel momento.

Le proteste sono già iniziate e già ieri sera, poco dopo l’omicidio, decine e decine di persone si sono raccolte sul luogo della sparatoria e davanti alla stazione di polizia di El Cajon.

Via | El Cajon Police Department

  • shares
  • Mail