Milano, investe due ragazze in scooter e fugge: il pirata della strada si è costituito - Video

20.30 - Poche ore dopo l’appello lanciato dalla polizia di Milano, il pirata della strada che sabato notte ha travolto due 21enni a bordo di uno scooter si è costituito.

Si tratta di un ragazzo di 27 anni, militare dell’Aeronautica, presentatosi oggi pomeriggio nel commissariato di via Poma per ammettere le proprie responsabilità. La conferma è arrivata da Antonio Barbato, comandante della polizia locale di Milano:

L’appello pubblico e l’attività investigativa hanno esercitato una forte pressione intorno all’uomo, costringendolo di fatto a costituirsi. È il giusto epilogo della vicenda.

Le condizioni delle due ragazze, intanto, hanno registrato un netto miglioramento. La conducente del mezzo, quella ferita in modo più grave, è stato sottoposta a un delicato intervento di chirurgia maxillo facciale e ha una prognosi di 30 giorni.

9.50 - É in corso in tutta la città di Milano la caccia al pirata della strada che sabato notte, a bordo di una Nissan Qashqai, ha travolto due ragazze a bordo di uno scooter ed è fuggito a tutta velocità lasciando le due giovanissime, entrambe di 21 anni, sull’asfalto.

É accaduto in piazzale Cantore nella notte tra sabato e domenica, ma solo oggi che le due vittime sono fuori pericolo la Polizia di Milano ha deciso di rilasciare il filmato di quell’incidente e di lanciare un appello a tutti i cittadini:

Ci rivolgiamo in particolare a chi ha assistito all'incidente e può fornire elementi utili, oppure a chi notasse in giro l'auto con la parte sinistra danneggiata e lo specchietto retrovisore esterno di sinistra rotto. Eventuali informazioni utili per rintracciare il responsabile dell'omissione di soccorso possono essere fatte allo 02.02.08 della Polizia Locale di Milano.

La ragazza che era alla guida del ciclomotore ha riportato lesioni gravissime, ma da qualche ora non è più in pericolo di vita, mentre la giovane passeggera è rimasta ferita in modo meno grave.

pirata-della-strada-milano.jpg

  • shares
  • Mail