Ravenna: dermatologo accusato anche di violenza sessuale sulla moglie uccisa

omicidio-a-ravenna.jpg

Ci sono della novità nelle indagini sull'uxoricidio di Ravenna, sul dermatologo presunto killer che oltre che di omicidio aggravato e occultamento del cadavere della moglie è ora accusato anche di violenza sessuale. Secondo chi indaga il medico 51enne non accettava la prospettiva di una separazione dalla moglie per questo l'avrebbe attirata con una scusa, la vendita dell'abitazione, per poi ucciderla a bastonate.

L'uomo avrebbe costretto la donna anche a subire atti sessuali, secondo quanto riporta l'Ansa. Il corpo della donna, ritrovato domenica sera scorsa, era quasi completamente nudo. Un uomo con cui la vittima aveva una relazione avrebbe detto agli inquirenti che Cagnoni pretendeva rapporti sessuali dalla donna, rapporti che lei accettava per non aggravare i problemi matrimoniali.

Nel corso dell'interrogatorio di ieri davanti al gip del tribunale di Firenze il dermatologo si è detto innocente. L'arresto in carcere è stato convalidato. Il medico "ha risposto a tutte le domande del giudice e si è professato innocente" ha fatto sapere il suo avvocato. Nel corso di un ampio "un ampio e lungo interrogatorio" il dermatologo "ha confutato quelli che sembrano elementi indiziari, tutti da dimostrare". Il medico "non sta bene: quanto è successo è una tragedia per tutti, è addolorato".

  • shares
  • Mail