Avellino, abusi sulla nipote minorenne: arrestato 50enne

TO GO WITH AFP STORY BY ELLA IDE Prisoners walk down a corridor of Regina Coeli prison in Rome on May 30, 2014. Crouched on bunk beds in the narrow cells of the Regina Coeli lockup in Rome, prisoners say Italy still has a long way to go to ease a chronic overcrowding problem condemned by the European Court of Human Rights. AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI        (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Abusi sessuali nei confronti di una minorenne disabile. É questa l’accusa contestata a un 50enne originario di Avellino e residente alle porte di Roma, finito in manette dopo la segnalazione fatta dalle autorità dagli assistenti sociali che seguivano la giovanissima.

L’uomo, zio della bimba e residente nella sua stessa abitazione, avrebbe approfittato “dell'inferiorità fisica e psichica e del ritardo mentale della vittima” per costringerla ad avere rapporti sessuali per diverse settimane, almeno dal gennaio al marzo scorsi.

Le indagini sono state coordinate dai militari del Comando provinciale di Avellino, che oggi hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Avellino.

Il 50enne, già noto alle forze dell’ordine, si trova rinchiuso nel carcere romano di Regina Coeli, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail