Truffa con magliette "Pro Amatrice" scoperta dalla Gdf

truffa magliette amatrice

Una truffa perpetrata sfruttando il recente terremoto che ha colpito l'Italia centrale è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Rieti. Una fantomatica onlus avevano avviato una raccolta fondi con la vendita promozionale online di alcune magliette pro-Amatrice, uno dei comuni più colpiti dal sisma del 24 agosto scorso.

La sedicente onlus prometteva di devolvere il ricavato della vendita delle magliette Pro Amatrice all'amministrazione comunale ma come scoperto dai militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rieti si trattava di un raggiro da sciacalli. Le magliette che costavano 20 euro ciascuna ed erano commercializzate online su un noto sito specializzato nella creazione di magliette personalizzate.

Gli accertamenti erano partiti dopo che il Comune di Amatrice aveva comunicato alle Fiamme gialle di non aver autorizzato nessuna campagna promozionale a favore delle popolazioni colpite dal terremoto attraverso la vendita di t-shirt "campagna pro-Amatrice".

Il logo, sulla parte posteriore delle magliette, richiamava le onde sismiche, con riferimenti stilizzati ad Amatrice e all'orologio fermo alle 3.36. Gli investigatori stanno cercando di risalire ai responsabili della truffa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail