Palermo, omicidio di Roberto Frisco: 5 arresti

TO GO WITH AFP STORY BY ELLA IDE Photo taken on May 30, 2014 shows a cell at Regina Coeli prison in Rome. Crouched on bunk beds in the narrow cells of the Regina Coeli lockup in Rome, prisoners say Italy still has a long way to go to ease a chronic overcrowding problem condemned by the European Court of Human Rights. AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI        (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Cinque persone sono state arrestate oggi dai carabinieri di Palermo con l’accusa di aver partecipato alla rissa che la sera del 25 giugno scorso portò alla morte Roberto Frisco, accoltellato a morte in strada nel quartiere Cruillas di Palermo.

In queste settimane gli inquirenti, nonostante il muro di omertà, sono riusciti a ricostruire l'accaduto e hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dei cinque indagati finiti in manette oggi, che avrebbero aggredito il giovane e i suoi amici - due persone rimasero ferite in modo grave - per futili motivi.

A finire in manette sono stati Giuseppe Lo Piccolo, Salvatore Lo Piccolo, Nunzio Lo Piccolo, Francesco Frisco e Giuseppe Frisco.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, tutto sarebbe nato attriti di lunga data tra i due gruppi, culminati quella sera da una serie di piccole aggressioni sfociate poi nel confronto finale costato la vita a Roberto Frisco, accoltellato più volte al torace.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dai sostituti Francesco Del Bene e Giuseppina Motisi. Gli arrestati sono accusati a vario titolo di omicidio, tentato omicidio, lesioni personali, porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere e lesioni personali gravi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail