Milano, clonavano carte di credito: 12 arresti e 14 denunce

carte-di-credito-bancomat.jpg

La Polizia Postale di Milano, in collaborazione con l’Europol, ha condotto oggi un’operazione che ha portato all’arresto di 12 persone e alla denuncia di altri 14 individui accusati di far parte di un’organizzazione criminale specializzata nella clonazione delle carte di credito.

Le indagini erano state avviate dalla Procura di Milano e in seguito sono passate alla Procura di Monza quando si è scoperto che l’organizzazione aveva una base a Cinisello Balsamo e che operava principalmente in quell’area, anche grazie al supporto di alcuni commercianti compiacenti che, secondo gli inquirenti, davano ai membri del gruppo l’opportunità di usare le carte di credito clonate nei loro negozi in cambio di una percentuale in denaro.

La banda, attiva anche nello sfruttamento della prostituzione, era composta da cittadini italiani e romeni e operava in entrambi in Paesi. Fondamentale, infatti, è stata anche la collaborazione delle autorità di Pitesti, in Romania, che hanno lavorato a fianco degli inquirenti italiani per la costruzione del caso.

Le carte di credito che venivano clonate erano quelle emesse dalle banche delle Isole Cayman e della Cina, ma anche da Panama, Olanda, Francia e Perù. Il sistema utilizzato dal gruppo, secondo quanto ricostruito dalle autorità, era uno dei più classici: venivano installati dei congegni elettronici su sportelli bancomat e POS in grado di clonare le carte di credito una volta inserite o strisciate.

Le operazioni di clonazione venivano poi effettuate all’interno di una pizzeria situata nella provincia di Milano, scelta dal gruppo come base operativa.

Nel corso delle perquisizioni che hanno seguito l’ondata di arresti, le autorità hanno sequestrato tutta la strumentazione usata dal gruppo, dai lettori di banda magnetica alle microcamere, passando per i supporti magnetici ancora da clonare e una serie di smartphone e tablet usati per le comunicazioni.

carte-di-credito-01.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail