USA, bimbo rapito nel 1989: ritrovati i resti

Le autorità del Minnesota hanno confermato il ritrovamento dei resti del piccolo Jacob Wetterling, il bimbo di 11 anni rapito e ucciso nell’ottobre del 1989 a poche centinaia di metri dalla sua abitazione di St Joseph, a nord-est di Minneapolis, da un uomo che indossava una maschera e che non è mai stato identificato.

Il bimbo stava passeggiando in bicicletta insieme a suo fratello e a un loro amico quando l’uomo col volto coperto li bloccò e rapì Jacob, intimando agli altri due di fuggire senza guardarsi indietro dietro la minaccia di ucciderli a colpi di fucile. Quella fu l’ultima volta che il piccolo fu visto ancora in vita.

A far scoprire i resti del bimbo a 27 anni dalla sua morte sarebbe stato il 53enne Danny James Heinrich, finito più volte nel mirino delle autorità per una serie di reati che coinvolgevano minori. In passato gli inquirenti non avevano trovato collegamenti tra Heinrich e la sparizione di Jacob Wetterling, ma la svolta è arrivata nel 2015, quando si è deciso di riaprire il caso e analizzare gli elementi raccolti nel corso degli anni con le nuove tecniche di analisi.

In quell’occasione l’FBI riuscì a collegare Heinrich a un caso di violenza sessuale su un giovanissimo di Cold Spring avvenuto nel gennaio del 1989, pochi mesi prima della sparizione di Jacob.

Nonostante le prove non si riuscì ad accusare l’uomo in quanto quel reato era ormai caduto in prescrizione, ma una successiva perquisizione in casa di Heinrich portò alla scoperta di una serie di raccoglitori contenenti un centinaio di immagini pedopornografiche sufficienti ad arrestare l’uomo.

Pochi giorni fa la svolta nel caso di Jacob Wetterling. Heinrich avrebbe indicato alle autorità il luogo in cui si trovavano i resti del giovane, ma al momento il 53enne non sarebbe accusato di nulla in relazione a questo caso.

L’inizio del processo che lo vedrà imputato per il possesso di materiale pedopornografico è fissato per l’11 ottobre prossimo e non è chiaro se alla luce del ritrovamento dei resti del bimbo si deciderà di attendere la formulazione delle nuove accuse o se eventualmente si procederà con un processo parallelo.

danny-james-heinrich.jpg

  • shares
  • Mail