Brescia, picchia la moglie e la tiene segregata in casa: arrestato 42enne

carcere-brescia.jpg

Un cittadino vietnamita di 42 anni è stato arrestato dai carabinieri di Brescia con l’accusa di maltrattamenti e sequestro di persona nei confronti di sua moglie, una cittadina ucraina di 34 anni.

É accaduto nel comune di Borgosatollo, in provincia di Brescia. Le violenze e gli abusi, secondo quanto ricostruito, andavano avanti ormai da mesi, col 42enne arrivato a chiudere a chiave in casa sua moglie e portarsi via la chiave, certo che non sarebbe potuta uscire o scappare durante le ore in cui lui era assente.

A denunciare tutto alle autorità dopo l’ennesimo episodio di violenza sono state le amiche della vittima, quando l’uomo si è vantato con loro su WhatsApp dopo aver picchiato la moglie. Quasi in tono di sfida, il 42enne aveva fotografato il volto tumefatto della moglie e aveva inviato quella foto alle sue amiche, accompagnandole dalla frase "Guardate cosa le ho fatto". Quelle foto si sono rivelate fondamentali per l’arresto dell’uomo e la formulazione delle accuse nei suoi confronti.

Il blitz è scattato ieri mattina. Il 42enne è stato arrestato e condotto nel carcere di Canton Mombello.

  • shares
  • Mail