Omicidio a Seriate, 63enne uccisa con una coltellata al collo: indagato il marito

omicidio-a-seriate.jpg

28 agosto 2016 - Antonio Tizzani, marito della donna uccisa ieri mattina a Seriate, Gianna Del Gaudio, è al momento l’unica persona iscritta dagli inquirenti nel registro degli indagati. Un atto dovuto, precisano le autorità, per permettere tutta una serie di accertamenti.

Il racconto dell’uomo, lo scrive oggi L’Eco Di Bergamo, è ancora al vaglio degli inquirenti e lui al momento risulta l’unico testimone. Tizzani ha raccontato di aver visto un uomo incappucciato fuggire dalla sua abitazione e di aver trovato la moglie morta pochi istanti dopo.

Il fermo di un giovane, trapelato nella giornata di ieri, è stato smentito poche ore dopo.

15.00 - I carabinieri di Seriate avrebbero fermato una persona sospettata di essere l’autore dell’omicidio di Gianna Del Gaudio, uccisa la notte scorsa nella sua abitazione.

Si tratterebbe di un giovane di cui non è stata ancora diffusa l’identità, visto fuggire dall’abitazione subito dopo il delitto. Il giovane è stato condotto nella caserma di Seriate alle 13.30 di oggi e sarebbe ancora sotto interrogatorio.

Il coltello utilizzato per l’omicidio non è stato ancora rinvenuto, ma le ricerche nei dintorni della villetta sono ancora in corso.

27 agosto 2016 - Omicidio la notte scorsa a Seriate, in provincia di Bergamo, in una villetta di via Montecampione. Una donna di 63 anni, Gianna Del Gaudio, è stata aggredita con una coltellata al collo ed è deceduta in pochi istanti.

A lanciare l’allarme è stato il marito della donna, che ha raccontato agli inquirenti di aver visto un uomo incappucciato uscire di cosa dall’abitazione e di aver trovato la moglie ormai deceduta in cucina.

Il racconto dell’uomo, però, non avrebbe trovato dei riscontri nei rilievi delle forze dell’ordine, che da stanotte stanno interrogando senza sosta il coniuge e i due figli della vittima.

Le indagini proseguono.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail