USA, bimba di 10 anni uccisa e mutilata: arrestati la madre e il suo compagno

Tre persone sono state arrestate dalla polizia di Albuquerque con la pesante accusa di aver ucciso e fatto a pezzi una bimba di 10 anni in quello che le stesse autorità hanno definito in conferenza stampa “uno dei peggiori casi mai visti”.

A finire in manette sono stati la 35enne Michelle Martens, madre della piccola Victoria Martens, il compagno 31enne della donna, Fabian Gonzales, e la cugina di quest’ultimo, la 31enne Jessica Kelley. I tre hanno confessato di aver iniettato della metanfetamina alla bimba “al fine di calmarla e di poter abusare di lei”.

Le autorità hanno spiegato che Gonzales e Kelley hanno violentato la piccola quando ormai era priva di sensi, poi l’hanno uccisa, hanno fatto a pezzi il cadavere e gli hanno dato fuoco nella vasca da bagno dell’abitazione della madre della bimba.

L’allarme è stato lanciato da alcuni vicini di casa, preoccupati quando hanno visto del fumo uscire da casa di Michelle Martens. I tre responsabili hanno tentato di darsi alla fuga alla vista degli agenti, ma sono stati arrestati e condotti in carcere.

Gonzales e Kelley hanno subito confessato, mentre la madre della bimba si è chiusa nel silenzio e non ha ancora rivolto una parola agli inquirenti. Ora si trova ricoverata in ospedale a causa delle lesioni che si è provocata lanciandosi dal balcone quando gli agenti hanno fatto irruzione nell’abitazione.

Per tutti e tre è stata fissata una cauzione da 1 milione di dollari, un modo per assicurarsi che non possano tornare in libertà in attesa del processo.

michelle-martens.jpg

Via | Albuquerque Journal
Foto | Albuquerque Metropolitan Court

  • shares
  • Mail