Cagliari: uccide vicino a fucilate dopo una lite

Aggiornamento ore 11.00 - Gianluigi Zuddas dovrà rispondere di omicidio volontario. La vittima, Massimo Setti, era cugino della moglie del presunto killer. Tra oggi e domani Zuddas fornirà al gip la sua versione dei fatti su quanto accaduto ieri sera in via Tirso di Siurgus Donigala.

Ha ucciso il vicino di casa a colpi di fucile. Omicidio a Siurgus Donigala,in provincia di Cagliari, dove ieri sera, poco dopo le otto, il 39enne Massimo Setti è stato ucciso davanti alla sua abitazione.

I carabinieri poco dopo il delitto hanno tratto in arresto il presunto responsabile, un uomo di 52 anni, di professione falegname, Gianluigi Zuddas. L'uomo dopo aver aperto il fuoco contro il vicino si era barricato in casa. Gli investigatori stanno ora cercando di chiarire dinamica e motivazioni della lite sfociata in omicidio.

L'Unione Sarda parla di anni di "liti e rancori, di vendette covate e carte bollate" tra i due. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri del Comando provinciale di Cagliari e della Compagnia di Dolianova dietro il fatto di sangue potrebbe celarsi un eccesso di legittima difesa ma le indagini proseguono.

In base alla ricostruzione fin qui approntata da chi indaga, Zuddas avrebbe esploso le fucilate contro il vicino dopo essere stato minacciato e aggredito con un bastone. L'arrestato è stato tradotto in carcere in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail