Truffa all'Inps da 500mila euro: scoperti 17 lavoratori fantasma

truffa inps cosenza

Un'altra truffa ai danni dell'Inps, per mezzo milione di euro, è stata scoperta a San Giovanni in Fiore, nel cosentino, dai militari del comando provinciale della Guardia di finanza. Nel dettaglio le fiamme gialle hanno indagato su un'impresa che "attraverso contratti di lavoro ed altri documenti falsi, traeva in inganno l’Inps", permettendo "ai falsi lavoratori di percepire provvidenze pubbliche non spettanti".

I lavoratori fittizi erano in tutto 17 secondo gli accertamenti dei finanzieri dai quali risulterebbe che l’imprenditore titolare dell'azienda tra l'altro si faceva consegnare dai lavoratori fantasma una somma pari ai contributi pensionistici di ciascuno, con la promessa di trasferirla all’Inps, invece ometteva i versamenti.

Dei 500mila euro di truffa all’Inps, oltre 100mila euro sono di provvidenze pubbliche di indennità di malattia e disoccupazione erogate per i 17 falsi operai, mentre a quasi 400mila euro ammontano i contributi pensionistici non versati, per nessuno dei lavoratori dipendenti.

I falsi operai sono stati denunciati per truffa e falso così come l’imprenditore che però dovrà rispondere anche di omesso versamento di contributi previdenziali e assistenziali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail