Milwaukee, violenze in strada dopo l’omicidio di un afroamericano da parte della polizia

15 agosto 2016 - La situazione a Milwaukee è nuovamente degenerata a poche ore dall’omicidio del 23enne Sylville Smith, ucciso dalle autorità durante un inseguimento.

La notte che si è appena conclusa ha visto nuovamente i cittadini scendere in strada per protestare contro l’abuso di potere della polizia USA e il tono è stato tutt’altro che pacifico. Il Dipartimento di Polizia di Milwaukee ha reso noto che nel corso delle proteste sono stati esplosi diversi colpi di pistola dai parte dei manifestanti e che una donna, rimasta ferita da un proiettile, è stata trasportata in ospedale.

Le proteste hanno interessato i quartieri Sherman e Burleigh. Diversi arresti sono stati eseguiti nel corso della notte e al momento, stando a quanto reso noto dalla Polizia di Milwaukee, la situazione sta tornando lentamente alla normalità.

14 agosto 2016 - L’omicidio di un 23enne afroamericano da parte di un agente di polizia di Milwaukee, in Wisconsin, ha portato a una serie di violenti scontri in strada, con decine di persone che per qualche ora hanno messo a ferro e fuoco la zona in cui è avvenuta la sparatoria che ha portato all’omicidio del giovane.

La descrizione dell’accaduto arriva direttamente dalla polizia di Milwaukee, che ha sottolineato come il sospetto, già noto alle forze dell’ordine, fosse armato di pistola:

Un agente della polizia di Milwaukee ha sparato e ucciso un sospetto armato in fuga su un’auto. […] L’incidente è iniziato quando due agenti del Milwaukee Police Department hanno fermato due sospetti a bordo di un’auto alle 15.30 del 13 agosto. Subito dopo aver fermato i sospetti, entrambi gli occupanti dell’auto sono fuggiti a piedi. Gli agenti hanno inseguito i due sospetti e durante la fuga a piedi un agente ha sparato a uno dei sospetti, armato di pistola semiautomatica. […] Il sospetto è morto sul post a causa delle ferite.

E, ancora:

Il sospetto è un 23enne di Milwaukee con una lunga lista di arresti alle spalle. La pistola che aveva con sé era stata rubata in un furto a Waukesha nel marzo scorso. La vittima di quel furto aveva segnalato anche la sparizione di 500 munizioni. L’agente è un 24enne assegnato dal Distretto 8. Ha sei anni di servizio con il Milwaukee Police Department, tre anni come agente. Non è rimasto ferito e, secondo la procedura standard, sarà sospeso dall’incarico durante le indagini.

Nonostante gli appelli della famiglia del giovane ucciso, che hanno chiesto ai cittadini di mantenere la calma, un centinaio di persone è sceso in strada in segno di protesta e la situazione è rapidamente degenerata. Alcune auto sono state date alle fiamme, così come è accaduto a una stazione di servizio e a tre diversi edifici.

L’appello del sindaco di Milwaukee Tom Barrett, che ha invitato tutti a mantenere la calma e rientrare in casa, sembra aver sortito l’effetto sperato e la situazione è rientrata nell’arco di poche ore. Le fiamme sono state domate e nessuno è rimasto ferito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail