Florida, bimbo uccide la sorellina neonata: incriminata la madre

Una donna di 62 anni, Kathleen Marie Steele, è stata arrestata con l’accusa di omicidio colposo aggravato in relazione alla morte della figlia Kathleen, di appena 13 giorni, picchiata a morte dal fratellino di 6 anni.

La tragedia è avvenuta a Largo, in Florida, mentre la donna stava facendo delle commissioni. I tre figli - la neonata e i due bimbi di 3 e 6 anni - erano stati lasciati chiusi nel minivan per circa mezz'ora quando la neonata ha iniziato a piangere. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il fratello di 6 anni, nel tentativo di farla smettere di piangere, ha iniziato a picchiarla ripetutamente e lanciarla da una parte all’altra del veicolo.

Al ritorno della madre la situazione era già gravissima, ma la 62enne, sempre secondo il racconto degli inquirenti, avrebbe girovagato per altre due ore prima di tornare a casa e decidere di chiedere aiuto a una vicina di casa infermiera, che ha prontamente allertato le autorità.

La neonata è stata trasportata d’urgenza al St Petersburg General Hospital, ma è stata dichiarata morta una volta giunta in ospedale. Il bimbo di 6 anni non dovrà affrontare alcuna accusa per via della sua giovane età, ma visti i suoi problemi di comportamento è stato affidato ai servizi sociali.

Kathleen Marie Steele, protagonista qualche anno fa del reality show “55 and Pregnant” che seguiva il suo desiderio di diventare madre all’età di 55 anni, è stato arrestata e condotta in carcere: per lei è stata fissata una cauzione di 100 mila dollari.

kathleen-marie-steele-01.jpg

  • shares
  • Mail