Cosenza: truffa all'Inps da 650mila euro con 18mila false giornate lavorative

truffa inps rossano

Ennesima truffa ai danni dell'Inps tramite assunzioni "fantasma". A scoprire il raggiro la guardia di finanza di Rossano (Cosenza) che ha conteggiato ben 18.853 finte giornate di lavoro per 650mila euro percepiti indebitamente dagli indagati. Le fiamme gialle hanno denunciato in tutto 287 persone.

La truffa all'Inps è opera di un'azienda che ha presentato all'istituto previdenziale falsi documenti per il 2012, ottenendo la liquidazione di somme relative a indennità di disoccupazione e malattia per oltre 590mila euro e a indennità di maternità per circa 60mila euro per un danno complessivo all'Erario di 650mila euro.

A percepire le indennità non dovute secondo la Gdf di Rossano anche persone con precedenti penali e legami con ambienti di 'ndrangheta della sibaritide. La società all'Inps denunciava le false giornate lavorative che venivano eseguite su terreni di cui spesso non aveva la disponibilità ma attestandone l'uso con il deposito di falsi contratti di comodato per oltre 18.800 giornate di lavoro fittizie.

  • shares
  • Mail