Catania, Marina Zuccarello uccisa in casa: fermato l’ex fidanzato della figlia

madonna-degli-ammalati.jpg

Una donna di 55 anni, Marina Zuccarello, è stata trovata morta questa mattina nella sua abitazione di campagna a Madonna degli Ammalati, frazione di Misterbianco, in provincia di Catania.

A lanciare l’allarme è stato il marito, Salvatore Palazzolo, uscito poco prima per comprare il giornale. Il corpo della vittima era riverso a terra in cucina con una profonda ferita d’arma da taglio alla gola. Per lei non c’è stato nulla da fare, all’arrivo dei soccorsi era già deceduta.

Le indagini si sono concentrate fin da subito sull’ex fidanzato di una delle due figlie della coppia, un ragazzo di 28 anni originario di Taranto. I dubbi sono stati fugati poche ore dopo, quando il giovane, Agostino Siciliano, resosi irreperibile subito dopo il delitto, si è presentato dai carabinieri di Cosenza e si è costituito.

Siciliano ha raccontato ai militari di aver avuto una violenta discussione con Marina Zuccarello e di averla accoltellata nel tentativo di difendersi. Ora si trova in stato d’arresto con la pesante accusa di omicidio volontario.

Il 28enne aveva conosciuto online la figlia minore della vittima, una ragazza di 26 anni, e di aver iniziato una relazione con lei. La giovane, però, poco tempo fa aveva deciso di mettere fine a quel rapporto e ogni tentativo di rappacificamento di Siciliano si era rivelato vano.

  • shares
  • Mail