Milano: arrestato picchiatore folle, fermava i passanti e li prendeva a pugni

La polizia di Milano ha arrestato il presunto folle picchiatore che per alcuni giorni si è reso protagonista di diverse aggressioni in città.

L’uomo, secondo quanto emerso dalle testimonianze raccolte, fermava qualcuno in strada, gli faceva una domanda in inglese e poi lo prendeva a pugni in faccia. Copione ripetuto per una decina di volte almeno. Gli agenti della Questura meneghina hanno fermato oggi un cittadino spagnolo considerato il responsabile delle aggressioni.

L’ultima vittima del teppista un 27enne che ha raccontato la stessa scena già registrata in altri sette recenti casi: un ragazzo sui 20-25 anni alto circa 1,75, capelli castani e longilineo che subito dopo avergli chiesto un'informazione in inglese lo ha spintonato per poi sferrargli uno o due pugni al volto.

Il picchiatore stava agendo in questo modo almeno dal 10 luglio in poi secondo la polizia. Le indagini non escludono una sorta di emulazione di "knockout game" - il violento gioco USA in cui si prendono a pugni persone a caso in strada - da parte dell’arrestato, con la differenza che in America di solito l'aggressore colpisce assieme a qualcuno che nel frattempo filma il tutto con uno smartphone.

  • shares
  • Mail