Chiuso il caso del dirottatore D.B. Cooper

Nel 1971 dirottò un aereo, si fece dare un riscatto e poi si lanciò dall’aereo con un paracadute

Dopo 45 anni l’FBI ha deciso di arrendersi: il caso di D.B. Cooper è chiuso. La storia sembra la sceneggiatura di un film di Hollywood e, infatti, una decina d’anni dopo questa rocambolesca vicenda i registi Roger Spottiswoode e Buzz Kulik decisero di girarci un film, Caccia implacabile con Robert Duvall e Treat Williams come protagonisti.

Il misterioso dirottatore che il 24 novembre 1971 mise in scacco la polizia federale e le autorità statunitensi ha vinto la partita. Definitivamente.

Quel giorno un 727 della Northwest Oriental Airline decollò da Portland diretto a Seattle con una quarantina di persone a bordo. Fra loro vi era un uomo in giacca e cravatta che al momento dell’acquisto del biglietto disse di chiamarsi D.B. Cooper.

A metà del volo, l’uomo passò con molta tranquillità un biglietto a una hostess dicendole di essere in possesso di una bomba. Per far capire che non si trattava soltanto di una minaccia, D.B. Cooper aprì una valigetta e mostrò i fili elettrici legati ad alcuni candelotti. A quel punto fece la sua richiesta: all’atterraggio avrebbero dovuto consegnargli 200mila dollari in biglietti di piccolo taglio e 4 paracadute. L’aereo atterrò, le autorità accettarono e i 36 passeggeri a bordo vennero rilasciati.

Cooper obbligò il capitano del 727 di ripartire e, dopo il decollo, gli ordinò di tenersi su una quota più bassa, puntando verso il Messico. A un certo punto del volo, quando l’aereo si trovava sul fiume Lewis, il comandante vide accendersi la spia del portellone posteriore. Al buio e con condizioni meteo proibitive, Cooper si era lanciato con il paracadute e con il bottino di uno dei più incredibili colpi della storia.

Da quel momento D.B. Cooper diventò una delle ossessioni dei federali, senza alcun esito positivo però.

Nel 1980 un bambino impegnato in un’escursione troverà banconote per un ammontare di 5800 dollari sulle rive del fiume Columbia e i numeri di serie confermeranno essere parte del bottino. Molte le piste seguite in questi 45 anni, tanti i mitomani che hanno fatto perdere tempo agli inquirenti. Dopo 45 anni l’FBI ha deciso di arrendersi, il mistero di D.B. Cooper, invece, durerà per sempre.

Via | Cnn

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail