Morte di Riccardo Magherini, condannati tre carabinieri

Il Tribunale di Firenze ha condannato tre carabinieri, Vincenzo Corni, Stefano Castellano e Agostino Della Porta, imputati per omicidio colposo nell’ambito del processo per la morte di Riccardo Magherini: le pene vanno dai 7 agli 8 mesi (il giudice ha quindi concesso la sospensione della pena) mentre un quarto militare, Ascenzi, e due volontari della Croce Rossa imputati nel procedimento sono stati assolti per non aver commesso il fatto.

Magherini, quarantenne originario di Borgo San Frediano, è morto è morto ammanettato in terra la notte del 3 marzo 2014 mentre veniva arrestato dopo aver dato in escandescenze per strada: "arresto cardiocircolatorio per intossicazione acuta da cocaina associata ad un meccanismo asfittico" dice il giudice, di cui sono responsabili, «in cooperazione colposa tra loro» i tre militari.

Guido Magherini, padre di Riccardo, si è detto "soddisfatto", sopratutto per poter avere così riabilitato il nome del figlio, inizialmente descritto come un pazzo furioso e violento, e anche il legale della difesa ha parlato di "sentenza equilibrata" che lascia spazio a un eventuale ricorso in Appello.

  • shares
  • Mail