Omicidio-sucidio a Torino: uccide convivente e si impicca

omicidio suicidio Torino

Non ci sarebbero dubbi sul fatto che si tratta di omicidio-suicidio. Così la polizia spiega quanto accaduto alla periferia di Torino dove Antonio Missud, 51enne disoccupato, avrebbe ucciso la convivente di 36 anni prima di togliersi la vita, impiccandosi.

La donna, Diana Gogoroia, di nazionalità moldava, impiegata come colf, invece è stata rinvenuta con la gola tagliata. La tragedia è avvenuta al primo piano di una casa in via Chiesa della Salute, nel quartiere Borgo Vittoria, dove la coppia viveva.

A dare l'allarme sono stati i vicini di casa che nel tardo pomeriggi di ieri, non vedendo i due e sentendo cattivi odori provenire dal loro appartamento, hanno chiamato il 113. L'ultima volta che Antonio e Diana sono stati visti insieme è stato venerdì scorso, quando la donna era rientrata da una breve vacanza a San Benedetto del Tronto.

Dagli accertamenti della squadra mobile di Torino risulta che Missud nel 2003 era stato denunciato "per minaccia e violenza su persone e per esercizio arbitrario delle proprie ragioni". Ora gli investigatori dovranno fare luce sul movente di quello che viene indicato come omicidio-suicidio, per capire cosa abbia potuto scatenare la rabbia omicida dell'uomo che si sarebbe poi suicidato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail