Dallas, cinque poliziotti uccisi. Chi è il cecchino Micah Johnson?

Il cecchino di Dallas, l’uomo che stanotte ha ucciso cinque agenti di polizia nel corso delle proteste contro gli omicidi di afroamericani compiuti dalle forze dell’ordine, è stato identificato come il 25enne Micah Xavier Johnson, riserva dell’esercito degli USA fino all’aprile 2015, in missione in Afghanistan dal novembre 2013 al luglio 2014.

Il giovane, rimasto ucciso quando, dopo ore di asserragliamento all’interno di un parcheggio di Dallas, gli agenti hanno fatto esplodere un ordigno controllato a distanza, avrebbe agito perché stanco delle numerose uccisioni di cittadini afroamericani da parte delle autorità degli USA, due solo nelle ultime 40 ore.

Agli agenti che per ore hanno cercato di trattare con lui, lo scrive il New York Times, Johnson avrebbe spiegato di avercela con i bianchi e di “voler uccidere quante più persone possibile”, preferibilmente membri delle forze dell’ordine, e di aver agito da solo.

La stampa statunitense si dice certa che Johnson abbia agito da solo, ma le autorità non hanno ancora confermato o smentito questo particolare. Nel corso della giornata il capo della polizia di Dallas, David O. Brown, aveva parlato di almeno due cecchini, ma non è chiaro se è quello che si credeva in quel momento o se davvero i cecchini fossero due.

Le tre persone fermate nel corso della giornata, stando a quanto si apprende, si troverebbero ancora in custodia delle autorità. Non è chiaro se tra le tre persone ci sarebbe anche il secondo cecchino. Maggiori dettagli saranno forniti in conferenza stampa non appena la situazione sarà più chiara.

micah-xavier-johnson.jpeg

  • shares
  • Mail