Sequestrati 2 quintali di cocaina nel porto di Gioia Tauro

cocaina-Gioia-Tauro-

Aggiornamento 11:45 - “L’attività delle Fiamme Gialle, in sinergia con l’Agenzia delle Dogane si inserisce nell’ambito della più generale intensificazione delle attività di controllo volte al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti nel porto di Gioia Tauro che ha portato, dall’inizio dell’anno, al sequestro complessivo di quasi una tonnellata di cocaina” spiega la Gdf.

Maxi sequestro di cocaina nel porto di Gioia Tauro (RC), crocevia del traffico internazionale della polvere bianca gestito dalle più potenti 'ndrine della mafia calabrese.

Due quintali e 83 chili di cocaina purissima sono stati scoperti in un container in transito nel porto calabrese grazie al lavoro delle fiamme gialle del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e dei funzionari dell'Agenzia delle Dogane.

L'operazione è stata condotta sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia reggina. La droga era suddivisa in 220 panetti e nascosta in sette borsoni all'interno di un container che trasportava carne in fusti proveniente dal porto di Santos, in Brasile, e con destinazione finale Odessa, in Ucraina.

Dopo una seria di incroci documentali sono stati controllati alcuni container sospetti con apparecchiature scanner a raggi X della Dogana e con l'aiuto delle unità cinofile della Guardia di Finanza finché è stato aperto il container in cui sono stati trovati gli oltre due quintali di cocaina che se venduti al dettaglio avrebbero prodotto guadagni illeciti per 50 milioni di euro circa secondo i calcoli della Gdf.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail