Torino, sventa un furto in casa grazie all’app sullo smartphone

furto-villa-torino.jpg

Hanno tentato di svaligiare una villetta nel quartiere Borgo Po di Torino, ma non sapevano che la proprietaria dell’abitazione aveva installato in casa un sistema di sorveglianza controllabile anche dal proprio smartphone e che nel momento in cui hanno fatto irruzione nell’appartamento, la donna ha ricevuto la notifica sul cellulare e ha lanciato l’allarme.

Sono stati arrestati così, in flagranza di reato, due cittadini romeni di 22 e 27 anni, sorpresi dalle forze dell’ordine mentre cercavano di nascondersi all’interno della villetta in cui aveva fatto irruzione: il 22enne è stato scoperto dietro a un’asse da stiro, mentre il suo complice è stato rinvenuto all’interno dell’impianto riscaldamento, immerso nell’acqua sotto i tubi dell’autoclave.

Le autorità non hanno diffuso il nome del sistema di videosorveglianza usato dalla donna, ma sono tanti quelli disponibili per poche centinaia di euro e funzionanti esattamente come nel caso di Torino: le telecamere rivelano un movimento e si attivano, inviando prontamente una notifica agli smartphone associati, dai quali è possibile verificare in tempo reale cosa sta accadendo.

Non è necessario spendere chissà quale cifra assurda. Per trovare qualcosa di molto valido e in grado di farci dormire sonni tranquilli quando non siamo a casa basta fare qualche ricerca su Amazon o siti simili per trovarsi davanti decine di proposte, a cominciare dagli ottimi sistemi di D-Link passando per il validissimo Arlo di NetGear.

  • shares
  • Mail