Gela: sgominato giro di droga, arrestato presunto reggente clan Emmanuello - VIDEO

La polizia ha arrestato questa mattina il presunto boss reggente del clan Emmanuello di Gela in una operazione antimafia che ha portato in tutto all'esecuzione di 10 ordinanze di custodia cautelare, di cui nove ai domiciliari, e sei obblighi di firma. Per tutti gli indagati l'accusa è di associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga.

Gianluca Pellegrino, di 32 anni, è considerato dagli inquirenti della Dda il nuovo reggente del clan Emmanuello di Cosa nostra. L'uomo è stato ammanettato dagli agenti della squadra mobile di Caltanissetta che con il blitz ritengono di aver smantellato anche un vasto traffico di sostanze stupefacenti gestito dall'organizzazione mafiosa.

In base alle indagini della polizia la droga arrivava nel gelese soprattutto da Catania e Palermo ed era destinata ai luoghi della movida locale. In base agli accertamenti degli investigatori a immettere sul mercato gli stupefacenti erano alcuni buttafuori dei locali notturni della città, in realtà al servizio della cosca nella cui disponibilità c'erano anche armi modificate usate per compiere atti intimidatori.

Secondo l'inchiesta, sfociata nell'operazione "Falco" di oggi, alcuni degli indagati avevevano riorganizzato il clan Emmanuello, dedito soprattutto alle estorsioni e appunto al traffico e allo spaccio di stupefacenti. Le misure cautelari sono state emesse dal gip Alessandra Bonaventura Giunta su richiesta della Direzione distrettuale antimafia nissena.

arresti a gela

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail