Bambina morta annegata in piscina: la ricostruzione e le parole dell'indagato e dei genitori della vittima

Continuano le indagini a San Salvatore Telesino, dopo che l'autopsia di ieri sul corpo della piccola Maria ha confermato che la bambina è stata prima stuprata e poi gettata in piscina, dove è morta annegata poco dopo.

I carabinieri stanno raccogliendo tutte le testimonianze e si sono recati sia nella casa dei genitori della piccola, sia nell'abitazione del 21enne indagato per violenza sessuale e omicidio.

Il giovane, cittadino rumeno e connazionale della vittima, è un amico di famiglia e diverse volte si era recato a mangiare da loro. "Mai le avrei fatto qualcosa di male, era come una sorella per me", sarebbero le prime parole pronunciate dal 21enne, come riferito dai media locali.

Gli inquierenti vogliono ricostruire i movimenti della bambina e del ragazzo dalle ore 20 alla mezzanotte di domenica. La chiesa di Santa Maria Assunta, dove il giovane ha detto di aver lasciato la bimba, dista pochi metri (mappa in alto) dalla piscina del delitto. Così il Corriere racconta la versione del 21enne:

Dice che Maria gli ha chiesto di accompagnarla a Telese, che dista quattro o cinque chilometri da San Salvatore, e che lui l’ha aspettata per riportarla indietro. Ma non dice che cosa ci sono andati a fare a Telese. Non dà spiegazioni convincenti. Secondo il suo racconto, però, lui, tornati a San Salvatore, esce di scena. Se ne va, si vede con amici, poi torna a casa. Maria in quel momento è davanti alla chiesa, la vedono le amiche, la vedono altre persone che pure la conoscono. Ma quando sa che la processione non si farà più si allontana.

Le agenzie riportano anche le dichiarazioni dei genitori di Maria: il padre Mario, 35 anni: "Se mia figlia è stata stuprata e uccisa chiedo una giustizia rapida. Credo nella giustizia italiana, se volessi farmi giustizia da solo finirei in galera lasciando sola mia moglie".

La giovane madre di Maria, la 27enne Andrea, ha detto a Repubblica: "Andrò in chiesa a domandare a tutti: a chi di voi ho fatto del male per ricevere questo in cambio? E quell'uomo, quello che abbiamo ospitato a casa nostra tante volte, lo dica guardandoci in faccia, se è vero che non è stato lui. Ora non ho più niente, vorrei solo riavere la mia bambina".

  • shares
  • Mail