Firenze: omicidio-suicidio in una casa di riposo

omicidio suicidio casa di riposo

Ha ucciso l'anziana madre nella casa di riposo dove la donna era ospitata, poi si è tolto la vita. Tragedia a Firenze dove un pensionato ha sparato un colpo di pistola contro la madre ultranovantenne, ormai quasi incapace di intendere e di volere, prima di suicidarsi con la stessa arma. L'omicidio-suicidio è avvenuto su un terrazzo della casa di riposo, sotto un gazebo. La donna era da poco tempo ospite della struttura.

L'arma usata dal pensionato, una ex guardia giurata, era regolarmente detenuta. Erano circa le 12 di ieri quando l'uomo, di 73 anni, è entrato in una residenza sanitaria assistenziale nella zona di Rovezzano con una pistola addosso. La madre è stata raggiunta da un colpo di pistola alla tempia, poi l'omicida si è sparato a sua volta un colpo alla testa.

Immediato l'allarme, una delle infermiere della casa di riposo ha subito chiamato il 118 ma il personale sanitario al suo arrivo non ha potuto fare altro che constatare la morte di madre e figlio. Secondo la ricostruzione dei carabinieri l'uomo aveva portato la madre, costretta su una carrozzina, all'aperto sotto il gazebo dicendo agli infermieri che voleva farle prendere un po' di aria.

Una volta si terrazzo l'uomo ha invece impugnato la pistola mettendo in atto il suo piano. Sul posto insieme agli investigatori dell'Arma sono giunti il medico legale e il pubblico ministero di turno. Dell'omicidio-suicidio si occupano i carabinieri del reparto operativo di Firenze.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail