"Furbetti del cartellino" all'Inps di San Giuseppe Vesuviano

Sono sette i dipendenti dell'Inps di San Giuseppe Vesuviano (Napoli) presunti assenteisti e perciò destinatati di altrettante misure cautelari, tre all'interdizione dai pubblici uffici e quattro all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Ad emettere i provvedimenti è stato il giudice per le indagini preliminari di Nola, a seguito delle indagini, fatte di pedinamenti e immagini video riprese da telecamere nascoste, dei militari della Guardia di Finanza di Napoli.

L'ipotesi di reato a carico degli indagati è di false attestazioni o certificazioni nell'utilizzo di badge. Gli accertamenti contro gli indicati furbetti del cartellino all'Inps di San Giuseppe Vesuviano erano iniziate l'anno scorso. Stamattina la notifica da parte della magistratura ai soggetti finiti nell'inchiesta.

Attraverso alcune telecamere posizionate dagli investigatori sia all'interno della struttura, vicino dell'orologio marcatempo, sia all'esterno dell'ufficio, sarebbero stati immortalati le fughe dal lavoro dei dipendenti in questione.

Ieri sempre per assenteismo c'erano stati 9 arresti presso un'Asl del casertano. E sempre ieri il Consiglio dei ministri ha approvato le misure che prevedono il licenziamento "facile" per i furbetti del badge. In 30 giorni via per sempre. Il premier Matteo Renzi ha parlato di licenziamenti "cattivi ma giusti".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail