Colombia, muore cittadino italiano. Ucciso in auto da sicari

10155596_10204075167743427_40474112707928293_n.jpg

Si chiamava Emanuele Martini e aveva 44 anni, viveva in Colombia da 5 anni: è morto a Santiago De Cali a bordo della sua auto, fermo al semaforo in attesa che scattasse il verde. Gli hanno sparato otto colpi di pistola mercoledì mattina: Martini era originario di Mel, nel bellunese, si era trasferito in Colombia per lavorare come topografo e seguire la compagna, originaria del posto.

Gli aggressori sono fuggiti, mentre Martini è stato soccorso da una pattuglia della polizia di passaggio ed è stato trasportato all'ospedale Joaquín Paz Borrero, dove è morto poco dopo per le gravi ferite riportate. La polizia locale non ha dubbi sul fatto che Martini fosse il bersaglio dell'azione. Martini aveva aperto una pizzeria che gli aveva consentito in poco tempo di affermarsi e mettere soldi da parte per comprare un appartamento ma in tempi più recenti le cose non andavano bene: aveva dovuto chiudere l'attività e la compagna era ripartita per l'Italia con la figlia mentre lui pare si fosse dedicato al trasporto, dopo l'acquisto di un bus. L'attuale moglie esclude che possa essere una ritorsione per questioni di debiti ma è stata messa sotto protezione dalla polizia colombiana.

  • shares
  • Mail