Bangladesh: oltre 3000 arresti in un’operazione anti-islamista

Sono 3155 le persone arrestate dalla polizia del Bangladesh al termine di una vastissima operazione anti-islamista che si è svolta nel corso di questa settimana, dopo una serie di assassinii di membri di minoranze religiose e di intellettuali laici.

Fra loro la polizia afferma vi siano 37 presunti islamisti, di cui 27 membri del Jamayetul Mujahideen Bangladesh (JMB), un gruppo che le autorità locali ritengono responsabile di una cinquantina di omicidi avvenuti nel paese nell’ultimo anno e mezzo e, per la maggior parte, rivendicati da Al-Qaeda.

In aprile, messo sotto pressione dalla comunità internazionale, il primo ministro Sheikh Hasina aveva riaffermato la sua determinazione a mettere fine alle violenze.

Dall’opposizione, però, c’è stata una levata di scudi: con il pretesto di un’operazione volta a sradicare il terrorismo dal Paese, infatti, il governo avrebbe arrestato “centinaia di militanti dell’opposizione”, come ha dichiarato Fakhrul Islam Alamgir, segretario generale del Partito nazionalista del Bangladesh (BNP).

Via | Le Monde

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail