Rosarno: immigrato ferisce un carabiniere in una tendopoli. Il militare spara e lo uccide

Italian Carabinieri stand during the Sun

Nella piana di Gioia Tauro, nella tendopoli di San Ferdinando (Reggio Calabria), un carabiniere ha aperto il fuoco e ucciso un extracomunitario. Pare che l'uomo abbia aggredito con un coltello il militare. Sulla base del racconto dei testimoni, ora gli investigatori stanno cercando di ricostruire le dinamiche della vicenda.

A lanciare la notizia sono le principali agenzie di informazione. Attualmente sul luogo sono intervenuti il procuratore della Repubblica di Palmi, Ottavio Sferlazza, ed i vertici del Comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria. Ricordiamo che la tendopoli di San Ferdinando, a Rosarno, ospita migliaia di extracomunitari impegnati nella raccolta delle arance. Qui, negli anni passati, sono emersi numerosi episodi di sfruttamento dei lavoratori.

Secondo le prime ricostruzioni (tutte da confermare), due extracomunitari avrebbero incominciato a litigare con veemenza perché uno aveva cercato di derubare l'altro. Così sono stati allertati i carabinieri, che hanno inviato sul posto una pattuglia.

Quando le forze dell'ordine sono arrivate hanno cercato di sedare gli animi. Ma uno dei due extracomunitari avrebbe estratto un coltello e aggredito un militare, che è rimasto ferito. Il carabiniere a quel punto si sarebbe sentito legittimato a reagire, estraendo la pistola e sparando un colpo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail