Milano, coniugi trovati morti in casa: si ipotizza omicidio-suicidio

cassina-de-pecchi.jpg

21.20 - Col passare delle ore prende sempre più corpo l’ipotesi dell’omicidio-suicidio. Gli inquirenti ritengono che il 45enne, in cura per depressione, avrebbe ucciso la moglie e si sarebbe tolto la vita subito dopo.

A scoprire i due cadaveri, oggi pomeriggio, è stata la figlia 14enne della coppia, prontamente ricoverata nel più vicino ospedale in stato di shock.

Una coppia di coniugi è stata trovata morta oggi pomeriggio nella propria abitazione a Cassina de' Pecchi, alle porte di Milano. A fare la macabra scoperta, intorno alle 17 di oggi, è stato un familiare che ha prontamente lanciato l’allarme.

Stando ai primi rilievi degli inquirenti si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio, ma è ancora presto per escludere altre piste. L’uomo, 45 anni, aveva diverse ferite al petto, mentre la moglie, 40 anni, presentava ferite da arma da taglio alle braccia e al fianco.

L’arma del delitto, forse un coltello da cucina, sarebbe stata rinvenuta nell’abitazione. Saranno i rilievi della scientifica, già sul posto, e gli esami autoptici a fare maggiore chiarezza sull’accaduto.

La coppia, originaria di Taranto, aveva due figli piccoli, non presenti in casa al momento della tragedia.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail