Giappone, lasciano il figlio di 7 anni in un bosco per punirlo: ricerche senza esito

Continuano le ricerche del bimbo di sette anni abbandonato per punizione dai genitori in un bosco in Giappone, sulle montagne dell'isola di Hokkaido. Quasi duecento persone stanno partecipando da quattro giorni alle disperate ricerche: poliziotti e vigili del fuoco stanno passando al setaccio un'area di circa cinque chilometri quadrati in una zona popolata anche da orsi.

Nonostante l’impiego di cani addestrati e cavalli per raggiungere la parte più impervia del bosco le ricerche del piccolo, che al momento della scomparsa non aveva con sé cibo o acqua, non hanno portato finora a nessun esito. Il padre del bambino, un uomo di 44 anni, si è scusato pubblicamente in tv: "Sono affranto per la sorte del mio bambino e per aver causato problemi a tante persone".

Giappone, lasciano il figlio in un bosco per punizione: disperso bimbo di 7 anni

30 maggio 2016

Hanno avuto l'assurda idea di lasciare il figlio di sette anni per punizione in un bosco, ma il bambino si è perso e dopo due giorni di ricerche di lui non c'è traccia. È accaduto in Giappone nell'area montagnosa dell'Hokkaido (l'isola più a Nord le delle 4 più importanti dell'arcipelago nipponico) in una zona abitata da varie specie di fauna selvatica tra cui orsi.

I genitori del bambino dopo averlo perso sono andati alla polizia e in un primo momento hanno anche cercato di nascondere la verità raccontando cosa fosse davvero successo con ritardo. Il padre inizialmente aveva detto solo di avere perso di vista il figlio, poi ha ammesso di averlo lasciato nel bosco per dargli una lezione.

Le ricerche del piccolo per ora non hanno portato a nessun risultato e si comincia a temere per il peggio. La polizia ha riferito che il bambino indossa pantaloncini blu, un maglioncino nero e scarpe da ginnastica rosse. Secondo quanto ricostruito mentre la famiglia stava tornando a casa da un parco, il bambino si era messo a lanciare pietre contro le auto.

Per punirlo, secondo quanto spiegato da un portavoce della polizia, i genitori "lo hanno lasciato sulle montagne come punizione". Madre e padre hanno assicurato di essere "tornati immediatamente indietro, ma lui non era più dove l'avevano lasciato".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail