Filippine, ucciso il giornalista Alex Balcoba

EDITORS NOTE: Graphic content / GRAPHIC CONTENT In this picture taken on May 27, 2016, crime journalist Alex Balcoba, 56, is carried to a tricycle after he was shot by unidentified gunmen in Manila.  A crime journalist has been shot dead in Manila, police and colleagues said on May 28, the latest addition to a lengthening list of unsolved murders of media workers in the Philippines. Balcoba, 56, was attacked in central Manila late Friday outside a watch repair shop owned by his family, the country's National Press Club said in a statement.  / AFP / STRINGER / GRAPHIC CONTENT        (Photo credit should read STRINGER/AFP/Getty Images)

Continua la "mattanza" dei giornalisti filippini. Dal 2010 a oggi 34 giornalisti sono stati uccisi nel Paese asiatico che è costantemente nelle posizioni più basse delle graduatorie mondiali sulla libertà di stampa.

L’ultima vittima si chiama Alex Balcoba, 56enne direttore del periodico Brigada che è stato assassinato a colpi di pistola mentre camminava in una strada di Manila. L’uomo è stato freddato nei pressi di un negozio di orologeria di proprietà della sua famiglia.

Pablo Gutierrez, presidente del National Press Club, ha sottolineato come nessuno dei responsabili degli oltre trenta omicidi di giornalisti sia ancora stato assicurato alla giustizia:

“La cultura dell'impunità che sta dietro questi attacchi deve ancora essere affrontata dalle autorità nonostante le loro vanterie e ripetute promesse”,

ha spiegato Gutierrez.

I due uomini armati che hanno colpito Balcoba sono fuggiti a bordo di una motocicletta. Balcoba è stato condotto al Josè Reyes Medical Center dove è stato dichiarato morto.

Dalla salita al potere del presidente Aquino, avvenuta sei anni fa, sono stati dunque 34 i giornalisti assassinati nelle Filippine. Il sindacato snocciola altre cifre che mettono i brividi: quelle dei 174 giornalisti uccisi nelle Filippine negli ultimi trent’anni, a fronte di appena dieci responsabili finiti in carcere per gli omicidi. Una mattanza che continua nell’indifferenza e con la complicità del potere.

Via | Inquirer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail