Aversa, appalti grazie a clan dei Casalesi: arrestati due imprenditori

arrestati imprenditori casalesi

Due imprenditori sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri a Napoli e nella provincia di Caserta nell'ambito di un'inchiesta su presunti appalti truccati nella realizzazione del Piano degli insediamenti produttivi (P.I.P) di Aversa, nel casertano. Dietro l'aggiudicazione di appalti manipolati secondo la Direzione distrettuale antimafia di Napoli ci sarebbe il clan dei Casalesi.

Uno dei due imprenditori finiti in manette lavora nel settore edile ed è accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso, l'altro di intestazione fittizia di beni e turbata libertà degli incanti con l'aggravante del metodo mafioso.

I carabinieri spiegano che in base agli accertamenti effettuati uno dei due indagati farebbe parte della fazione Iovine del clan dei Casalesi. Il nome dell'imprenditore in questione, che vive nell'agroaversano, non è ancora stato reso noto.

Sempre secondo le indagini l'uomo dal 2007 al 2011 servendosi di società di comodo riconducibili al clan dei Casalesi si sarebbe aggiudicato appunto la gara d'appalto per la realizzazione dell'area P.I.P. di Aversa. Le ordinanza di custodia cautelare sono state richieste dalla Dda partenopea e disposte dal gip del tribunale di Napoli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail