Milano, abusa di 13enne conosciuta online: arrestato 64enne statunitense

second-life.jpg

Un cittadino statunitense di 64 anni è stato arrestato dalla polizia di Milano con l’accusa di violenza sessuale su una ragazzina di 13 anni con cui era in contatto da circa due anni dopo averla conosciuta online.

A far conoscere virtualmente i due era stata la piattaforma di realtà virtuale Second Life, molto popolare qualche anno fa. I loro avatar avevano una relazione e si erano addirittura sposati e quel legame virtuale si è concretizzato qualche giorno fa, quando l’uomo, residente in Portogallo, è giunto a Milano insieme alla moglie.

Gli abusi sessuali sarebbero avvenuti il 14 maggio nell’appartamento che il 64enne e sua moglie avevano preso in affitto in zona San Vittore.

Le manette per l’uomo sono scattate oggi, mentre la posizione della moglie è ancora al vaglio degli inquirenti: non è chiaro al momento se sapesse della relazione virtuale del marito con la minorenne italiana e se fosse consapevole dell’incontro avvenuto poco dopo il loro arrivo in Italia.

  • shares
  • Mail