Truffa sugli assegni sociali INPS per 16 milioni: 517 denuciati

truffa assegni sociali inps gdf

L’ennesima maxi truffa ai danni dello Stato, tramite l’Inps, è stata scoperta dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di finanza che con l’operazione "Italians Out" avrebbe individuato e bloccato un diffuso sistema di percezione indebita dell'assegno sociale (ex pensione sociale). 517 le persone fittiziamente residenti in Italia e denunciate perché percepivano indebitamente l'assegno sociale dell'Inps, per un danno complessivo all’erario di ben 16,5 milioni di euro.

L'indagine ha riguardato tutto il territorio nazionale scovando oltre 500 italiani dopo l'ottenimento dell'assegno sociale, si erano trasferiti all'estero non rispettando il requisito essenziale della stabile residenza e continuando a riscuotere illecitamente l'emolumento assistenziale con l’accredito su conto corrente o tornando in Italia solo per ritirare l’assegno.

Tutti sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per truffa continuata ai danni dello Stato e della collettività. Le regioni dove sono state riscontrate più irregolarità sono state la Sicilia per 3,76 milioni di euro di emolumenti percepiti in modo indebito e 123 persone denunciate; la Campania, con 3.441.000 di emolumenti e 98 persone denunciate, e la Calabria con quasi 2,4 milioni di euro indebitamente percepiti e 75 denunciati. Ora lo Stato si rifarà con il recupero di quanto indebitamente percepito dai responsabili.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail