Viterbo, 22enne austriaca e il figlio di 5 mesi trovati morti sul lago di Bolsena: erano scomparsi venerdì sera

cecilia-frassine.jpg

12.55 - Gli inquirenti che si stanno occupando del caso ipotizzano un omicidio-suicidio. La giovane Cecilia Maria Fassine avrebbe ucciso il figlio, ritrovato a terra coperto da un giubbetto, e si sarebbe impiccata a un albero.

Sarà l’autopsia, eseguita nelle prossime ore, a fugare ogni dubbio e stabilire la causa del decesso del bimbo.

11.36 - Le ricerche, purtroppo, si sono concluse nel peggiore dei modi. Cecilia Maria Frassine, svanita nel nulla venerdì sera insieme al figlio di 5 mesi, è stata ritrovata morta questa mattina, impiccata a un albero non distante dal luogo in cui stava campeggiando con la famiglia.

Anche il piccolo è stato trovato cadavere ai piedi della madre, ma al momento non è chiaro se sia stato ucciso dalla 22enne o se sia morto di stenti nelle ore successive al suicidio della mamma.

Gli inquirenti stanno trattando il caso della morte come suicidio, non ci sono dubbi che la 22enne si sia tolta la vita.

22 maggio 2016 - Sono passate più di 24 ore da quando la 22enne austriaca Cecilia Maria Fassine, ospite del camping Amalasunta in provincia di Viterbo, si è allontanata insieme al figlio neonato e non ha più fatto ritorno. L’allarme è stato lanciato venerdì sera dalla madre della ragazza, che ha allerto le autorità locali quando, dopo qualche ora, della giovanissima non v’era traccia.

Secondo quanto denunciato dalla donna, la 22enne studentessa universitaria si era allontanata per far addormentare il figlio di 5 mesi, ma ogni contatto con lei nelle ore successive si è rivelato vano. Il suo telefono risulta raggiungibile, ma nessuno risponde.

É Il Messaggero a dare conto del lavoro dei sommozzatori dei vigili del fuoco che hanno già iniziato le ricerche sul lago di Bolsena, così come gli operatori del TAS (Topografia Applicata al Soccorso) al lavoro per tracciare le zone di ricerca mentre il personale della protezione civile e i carabinieri stanno dando supporto alle ricerche via terra.

Ieri sera è stata individuata l’ultima cella agganciata dal telefonino della giovanissima, indicativamente tra la zona di Colle San Martino e Capodimonte.

Le ricerche proseguono senza sosta. Le autorità hanno diffuso le foto della giovane e invitato chiunque sia in possesso di informazioni a contattare i carabinieri di Montefiascone al numero 0761/832200.

  • shares
  • Mail