Tredicenne violentata: vicino di casa alla sbarra

violenta-bimba-firenze.jpg

Una 13enne sarebbe stata violentata dall'insospettabile vicino di casa, un 30enne gentile e affabile che secondo l'accusa ha carpito la fiducia della ragazzina fino ad abusare di lei. Dopo essere riuscito a far entrare la minorenne nel suo appartamento con una scusa l'uomo l'avrebbe toccata nelle "parti intime per poi spogliarla e consumare un rapporto" secondo quanto riporta La Nazione.

La vicenda, ricostruita dagli investigatori della polizia di Stato specializzati nella tutela dei minori, risalirebbe all’autunno del 2014. La denuncia dei genitori della giovane a carico del vicino è scattata dopo che questi erano stati avvertiti dei sospetti abusi da una professoressa della 13enne. L'insegnante durante una gita scolastica aveva raccolto le confessioni fatte dalla ragazzina ai suoi compagni di classe.

L'uomo deve ora difendersi dall'accusa di violenza sessuale con l’aggravante di averla commessa su una minore di età inferiore ai 14 anni. Dopo aver saputo dell'avvio delle indagini su di lui, il 30enne aveva abbandonato l’abitazione. Dovrà comparire davanti al giudice dell’udienza preliminare di La Spezia il 26 giugno prossimo.

L'inchiesta è stata coordinata dal pubblico ministero Federica Mariucci. Il racconto della ragazzina è stato cristallizzato con l’incidente probatorio, nell’aula delle audizioni protette, alla presenza di una psicologa dell’avvocato difensore Katia Acquaro e degli avvocati di parte offesa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail