Bangladesh: Monaco buddista ucciso a colpi di machete nel tempio

Un anziano monaco buddista è stato barbaramente ucciso in Bangladesh. Il religioso, di 75 anni è stato assassinato a colpi di machete all’interno di un tempio situato in un villaggio nel sud-est del Paese. È solo l’ultimo episodio di intolleranza religiosa in Bangladesh dove negli ultimi mesi si sono registrati diversi omicidi mirati contro membri di minoranze religiose e intellettuali laici.

L’ultima vittima di questa ondata di violenza è il monaco Maung Shue U Chak il cui cadavere secondo quanto spiegato dalla autorità locali è stato trovato dagli abitanti del villaggio "in un mare di sangue" all’alba nel tempio buddista nel distretto di Bandarban, a circa 350 chilometri di distanza dalla capitale del paese, Dacca.

Il vice commissario Jashim Uddin ha riferito che il monaco sarebbe stato aggredito a ucciso da uno squadrone di almeno quattro persone cui ora si dà la caccia. Secondo gli esperti in Bangladesh è in corso uno scontro di potere tra gruppi islamici radicali che cercano di affermare la propria supremazia con un’escalation della violenza soprattutto contro le minoranze religiose e i musulmani sciiti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail